VOLTERRA E DINTORNI

Articoli
  • 11.05.2004

    Risalendo il Cecina

    SAN GIOVANNI A SORBOLATICO Riprendendo l’itinerario a monte di Saline di Volterra, dopo il Cavallaro, la prima località che incontriamo è quella di San Giovanni, alla quale si accede tramite un ripido stradone, contornato da cipressi. Tale luogo, già prima dell’anno mille, era di proprietà…

     

  • 11.05.2000

    Badia Camaldolese

    Relazione dell’Architetto Simonetta Mangano, svolta in occasione della visita dei Soci in data 11 aprile 2010. Cari soci oggi visitiamo uno dei monumenti volterrani più importanti, la sua imponente mole, che domina il paesaggio delle balze, è a noi tutti familiare, ma per molti la…

     

  • 11.05.2000

    Ponsano, Orgiaglia e Macchia di Tatti

    PONSANO Il viaggiatore che si avvicina a Volterra proveniente dalla provincia di Siena ed in particolare da Colle Val D’Elsa o da San Gimignano, può ammirare nella sua vastità, uno dei migliori panorami della Toscana tutta; dolci colline si alternano a fitte boscaglie, antichi casali…

     

  • 11.05.2015

    Pio Istituto dei Buonomini

    L’istituto dei Buonomini fu fondato il 26 settembre 1553 in seguito ad un lascito testamentario di un ricco volterrano, Giusto Turazza. Nel 1553 il Turazza, sentendosi in punto di morte, volle lasciare nel suo testamento una disposizione con cui fondò il Pio Istituto dei Buonuomini.…

     

  • 11.05.2004

    Zona di Treschi

    Parlare del passato quando esistono pochi ed incerti ruderi ed ancor meno notizie storiche su di essi è sicuramente un esercizio molto impegnativo. Così è del Castello di Treschi che è stato un fortilizio nella zona del Volterrano, nei pressi dei Cornocchi. Tale costruzione si…

     

  • 11.05.2004

    La Miniera delle Cetine

    Sulle pendici dei Cornocchi, con accesso da una stradina assai ghiaiosa che si snoda nel bosco, si trovano i resti della miniera delle Cetine. Questo territorio, nella sua struttura fisica, specialmente nella parte superiore, è in maggioranza gabbroso e serpentino. Di tratto in tratto si…

     

  • 11.05.2004

    L’altra Volterra: La vecchia strada per Firenze

    Uscir dalla Porta Fiorentina ed avviarsi giu’ verso l’Era, costeggiare il Cimitero urbano e passare attraverso Porta Diana, vuol dire percorrere il primo tratto della lunga strada che anticamente seguiva chi era diretto a Firenze o comunque verso la Valdarno. E’ anche attraversare una zona…